Questo sito contribuisce
alla audience di
sabato 10 dicembre 2016, 3:40
Ultime notizie
Hashtag per giornalisti: guida all’uso

Hashtag per giornalisti: guida all’uso

Hashtag per giornalisti: guida all’uso

Nei post precedenti abbiamo affrontato  il discorso su quanto i social network stiano diventando un canale privilegiato per la diffusione di notizie.

Ciò è dovuto anche alla semplicità di diffusione di un dato argomento grazie all’utilizzo degli hashtag che permettono di tenere traccia di qualunque cosa venga scritta, ad esempio su Twitter, riguardo un evento o un personaggio dai testimoni presenti e da individui più o meno influenti.

Ecco perché l’hashtag può essere utile al giornalista sia per informarsi, ottenere fonti su quanto sta scrivendo e per fornire al proprio articolo un punto di vista alternativo – incorporando direttamente un tweet nel proprio articolo – sia per diffondere meglio il proprio lavoro, rendendolo più disponibile e facilmente rintracciabile.

Utilizzare un hashtag può essere utile per monitore gli argomenti e le comunità che ti interessano nel corso del tempo, come #Senato, ma anche per tenere sotto controllo un determinato evento, come #elezionieuropee o #London2012.

Eventi

Gli eventi programmati hanno il proprio hashtag di riferimento. Inizialmente questi erano scelti spontaneamente dal pubblico, ma ora molti eventi stabiliscono l’hashtag ufficiale e lo indicano nel programma dell’evento, per fare in modo di raccogliere con un’unica parola chiave le impressioni a riguardo.

Se stai coprendo un evento, controllare gli hashtag legati ad esso può essere molto utile per:

–      trovare i tweet più interessanti da incorporare nell’articolo

–      venire a conoscenza di una breaking news in tempo reale

–      scoprire notizie al di fuori dell’evento, ma correlate ad esso

–      identificare fonti da intervistare

–      seguire l’evento anche se non si è stati in grado di partecipare

Breaking News

Anche alle breaking news è associato un hashtag, nato spontaneamente o suggerito dai primi giornalisti che coprono la notizia.

Proprio perché non si tratta di hashtag ufficiali, assicurati di monitorarne più di uno, non puoi sapere quale sarà utilizzato per il tweet più interessante.

Hashtag per giornalisti: guida all’uso

Coinvolgere gli utenti

I tweet contenenti hashtag possono aumentare il coinvolgimento quasi del 100% per gli individui e del 50% per i brand. Giornalisti e editori possono utilizzare gli hashtag per organizzare conversazioni, raccogliere feedback e coinvolgere con gli utenti di Twitter che parlano di un particolare argomento.

Particolare interessante è il caso di Fox News (@FoxNews) che usa gli hashtag per identificare il soggetto dei suoi tweet e partecipare alle conversazioni su quella persona, un luogo, o un evento.

Hashtag per giornalisti: guida all’uso

Come usare gli hashtag

–      Se cerchi l’hashtag perfetto per la tua storia, assicurati che non sia già stato utilizzato, soprattutto se per qualcosa di completamente diverso.

–      Prediligi parole chiave brevi, semplici e che rendano chiaramente ciò di cui stai parlando. Deve essere facilmente memorizzabile.

–      Scrivi l’hashtag all’inizio di ogni tweet per assicurarti di avere già utilizzato il numero di caratteri necessario.

–      Utilizza la modalità di ricerca avanzata per effettuare ricerche più accurate, ad esempio locali.

Verificare le informazioni

Così come qualsiasi altra fonte di informazione, che sia un documento ufficiale o una soffiata anonima, Twitter può fornire informazioni preziose, menzogne intenzionali o errori innocenti. Il compito di un giornalista resta quello di verificare tali informazioni. Come? Effettua innanzitutto una ricerca sul profilo: da quanto tempo la persona si è iscritta a Twitter, se si tratta di un account ufficiale e cerca di capire se è un personaggio influente anche attraverso le sue connessioni.

Verifica quindi tempo, foto e luogo: se il tweet è stato inviato subito dopo il verificarsi di un fatto importante, è probabile che si tratti di un testimone e foto e geolocalizzazione ti permetteranno ti avere conferma sulla veridicità della informazioni condivise.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*