Questo sito contribuisce
alla audience di
martedì 17 gennaio 2017, 7:52
Ultime notizie
La newsroom del giornalista digitale: strumenti e risorse

La newsroom del giornalista digitale: strumenti e risorse

C’era un tempo in cui le notizie nascevano, o per meglio dire, venivano create nelle newsroom: stanzoni pieni di scrivanie con giornalisti attaccati alle macchine da scrivere, o intenti ad investigare su una pista, a mettere insieme una storia pezzo dopo pezzo.

Le newsroom di oggi sono digitali, i giornalisti di una redazione non sono necessariamente vicini di scrivania, ma si chiamano su skype, si coordinano attraverso tool di project management, investigano con strumenti digitali.

Ecco quali strumenti troverai in una redazione digitale:

Project management

basecamp

Una redazione ha innanzitutto bisogno di coordinarsi. Se le riunioni e le assegnazioni dei pezzi sono online è necessario avere uno strumento che “sostiuisca” la sala riunioni. Ci sono tantissimi tool di project management, da Basecamp a Trello, da Campire a Hipchat, ma se il budget è basso o non vuoi mantenerti sul semplice, puoi affidarti a gruppi di Facebook e strumenti di Google, come Drive.

Per le riunioni non è necessaria una stanza: basta organizzarsi su Skype o su Google Hangout. Devi condividere il tuo schermo con gli altri? Ci pensa Teamviewer.

È assolutamente necessario avere un calendar condiviso, che permetta di monitorare l’uscita dei pezzi: Google Calendar è più che sufficiente.

Ricerca e assegnazione

La newsroom del giornalista digitale: strumenti e risorse

Un giornalista deve essere innanzitutto sempre informato. Oggi può farlo con moltissimi strumenti online e app come l’aggregatore di conteuti Flipboard, Spike o Scoop.it, una piattaforma per la content curation. E non dimentichiamo il caro vecchio Google Alert che ci avvisa ogni volta che una parola chiave viene menzionata in rete.

È possibile raccogliere tutti gli articoli più interessanti su Pocket e da lì inviarli ai nostri collaboratori.

Investigazione

La newsroom del giornalista digitale: strumenti e risorse

Come si indaga sui siti web? Su Verification Junkie troverai una serie di tool pensati per aiutarti nella verifica dei fatti e nello smascheramento delle bufale. Se hai bisogno di sapere se una foto è stata manipolata scannerizzala con Fotoforensics, invece se il dubbio è su un account Facebook puoi controllarlo su Facebook Checker.

Google News Lab

Non dimentichiamo l’ultima novità in casa Google creata appositamente per giornalisti: il News Lab di cui abbiamo già parlato qui.

 

Vuoi conoscere altri strumenti utili? Dai un’occhiata qui.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*