Tendenze sul mondo della stampa: il 2,2 per cento degli introiti pubblicitari dei giornali deriva dal digitale

 In Giornalismo, Media, Uncategorized

Le tendenze annuali della rassegna stampa mondiale in un sondaggio della World Association of Newspapers and Publisher (WAN-IFRA) hanno messo in luce una riduzione nel consumo di notizie digitali, avvalorato dalle quote delle entrate nello stesso settore segnalate dai giornali. Secondo le ultime scoperte, i ricavi del digitale non sono ancora in grado di compensare il calo di giornali, con solo il 2,2 per cento dei ricavi globali ottenuto lo scorso anno grazie alla pubblicità dei quotidiani sulle piattaforme digitali.

La citata “riduzione” nel consumo di notizie digitali si sta ripercuotendo  negativamente sulle entrate pubblicitarie e sull’effettivo interesse dei consumatori a pagare per i contenuti.  Larry Kilman, portavoce  della WAN-IFRA,  ha spiegato che ha consegnato i risultati dell’indagine al Forum mondiale Editors a Kiev , lunedì.

L’indagine, che si basa sui dati provenienti da 76 paesi, ha evidenziato  come la diffusione globale dei giornali è aumentata dell’ 1,1 per cento tra il 2010 e il 2011. E’ Kilman  stesso a mette tutti in guardia contro coloro che fanno accuse su come la stampa sia trascurata.

Più di 2,5 miliardi di persone legge un giornale cartaceo (esclusi i settimanali e giornali della domenica), rispetto agli oltre 600 milioni che ha letto una versione digitale.

 Il resoconto presentato lunedì  mostra come la percentuale di consumo di notizie digitali è cresciuto dal 34 per cento a più del 40 per cento, di anno in anno.

Kilman sottolinea come per le notizie sui siti web ci sia una continua crescita nelle visite.

Recent Posts

Lascia un Commento